Photo Credit: Zandalee P.

Dialogo, con una sconosciuta, per le calli Veneziane. Esilarante!

Una storia fresca di accadimento. Venezia, Fondamenta delle Zattere. Addì, 19 Marzo 2021.

Photo Credit: Zandalee P.

 

Bhè! Questa ve la devo proprio raccontare! 

 

Ci chiedete spesso, a noi persone di colore diverso dal bianco, di non essere sempre così esagitati quando ci si rivolge con epiteti strambotti e di sorridere un po’ di più alle battute, a vostro dire, del tenore del “eh si scherza no???”. E allora…. ridiamoci sù! 🙂 E ve la racconto, sì,  sta bella storiella divertente!

 

 

Questa mattina, mia Figlia Zandalee, che vedete in foto, mentre camminava nei pressi delle Fondamenta delle Zattere, a Venezia, viene fermata da un elegante signora bionda, sulla quarantina, con gli occhi azzurri e dal fare “aristocratico“. Sarà stata una Contessa? E chi lo sa??

 

 

Bene. La ferma per commentarle i capelli. Porta delle mini treccine all’altezza delle schiena.

 

 

Signora: “Uuh che bei capelli che hai chi te li ha fatti”

 

Zanda: “Mia madre” (con tanto di sorriso!)

 

Signora:  “Ma che brava che è, da dove viene tua madre?”

 

Zanda: “Dalla Nigeria”

 

Signora: “Dalla Miseria?”

 

Zanda: “No!No dalla Nigeria”

 

Signora: “Aaaahhh… ma te sei parecchio bianca però…..”

 

Zanda: “eh si! mio padre è italiano”

 

Signora: “Ah ecco perché! Beh menomale!!”

 

Zanda: ” Meno male cosa?”

 

Signora: “che sei più chiara!”

 

Zanda sgrana gli occhi per l’incredulità e le chiede….

 

Zanda: ”perché, scusi?”

 

Signora: ”eh sai com’è… ……però quelli africani sanno ballare bene… io facevo breakdance con sottofondo musica africana! Scommetto che te sai ballare benissimo!” – Da qui abbiamo capito che forse tanto contessa non era…. o forse sì?? Le contesse ballano la Breakdance??

 

Zanda: “No! No! faccio schifo a ballare, non sono proprio capace.”

 

Signora:” Non ci credo! Con le tue origini sicuro sei brava!”

Zanda: ”Nono sono seria non sono capace… mi sembra un po’ uno stereotipo pensare che tutti gli africani sappiano ballare è come dire che tutti gli italiani sanno cucinare bene quando è palese che non sia così”

Signora: ”Eh sì! Hai ragione! Però con le tue origini eh… Sisi sei proprio più chiara ahahaha menomale!!”

Zanda, allucinata, ma in preda alla legge della buona educazione la guarda solo sbigotita ”😬😬😬😬”

 

Signora: “Tirati giù la mascherina!!” (ordine alla Volkspartei)

 

Zanda, intanto, si allontana e mentre lo fa, tira giù la mascheriana e la saluta, sorridendo.

 

Signora: “UUUH sì, sì!!!! Guarda che labbra!! Belle!!!!

 

 

 

Ora, al di là della storiella in sè, su cui ci siamo tutti fatti una sana, grassa e bella risata, mi sono automaticamente ricollegata all’episodo che le successe, durante le elementari, in cui una compagna di scuola le disse, fuori dai denti, che non avrebbe giocato con lei perchè negra. E mi sono chiesta quanta difficoltà ha la gente, bambini o adulti siano, a far pace con le proprie frustrazioni? E quanta rabbia e/o ignoranza deve covare una persona per sentire il bisogno di giocare al “noi-voi”, giusto per essere sicuro di valere ancora qualcosa come genere umano? Scatenatevi pure nelle risposte. Le migliori verranno premiate con ricchi premi e cotillons. Noi continuamo la nostra meravigliosa ed insignificante (per gli altri) vita!

 

 

Ad Maiora. Semper.

 

@Wizzy, Afro Bodhisattva, Entrepreneur, Multipotentialite Wantrepreneur, Physical Anthropologist, Freelance researcher of African Studies, culture, tradition and heritage, CEO Dolomite Aggregates LTD and Founder IG MBA Métissage Boss Academy ,  MBA Metissage & Métissage Sangue Misto.    Mi trovi anche sul Canale Telegram, e su ClubHouse come @wizzylu.

 

 

 

Archivio

%d bloggers like this: