E … se le cose accadessero non A te, ma PER te?

UZOMA - Il giusto cammino: conoscere ed imparare, da un concetto Igbo, la sacralità femminile.

Partiamo dall’assioma che la vita non è quella che dovrebbe essere, ma è quella che è, e che è il modo in cui l’affrontiamo che fa la vera differenza: quanto spesso fate il tagliando alla vostra vita? Quanto spesso vi prendete del tempo, PER voi stesse e CON voi stesse per fare il bilancio di tutto quello che c’è o manca nella vostra vita e nella vostra  quotidianità? Quanto spesso fate i conti con le vostre emozioni negative cercando la vera origine del problema?  Ed ancora … quanto spaziosa è la vostra vita?

 

Avere una vita ampia e spaziosa significa avere tempo per voi stesse, per portare avanti i vostri obiettivi – e non solo i doveri -, per poter esplorare contesti nuovi che vi possano appassionare ed ispirare al cambiamento.  In definitiva, avere una vita spaziosa significa avere le risorse, in termini di tempo ed energia per poter fare progressi in ogni area o campo della vostra vita, con equilibrio, serenità e motivazione.

 

Siamo troppo prese a disperdere le nostre energie in mille direzioni, anziché canalizzarle verso le cose più importanti. Arriva, però, il momento in cui è necessario  far ordine, chiarificare, semplificare ed amplificare. Il concetto di spazio è la chiave fondamentale per la  crescita di ognuno di noi; se non dovessimo averne a sufficienza per noi stesse,  non riusciremo ad essere sufficientemente produttive né motivate, perderemo chiarezza sul da farsi e anche le cose più semplici diventano una montagna da scalare.

 

Siamo fatte di mille sfaccettature. Siamo un sistema complesso e sensibile. La qualità della nostra vita eil nostro benessere sono influenzate da tanti aspetti che troppo spesso sottovalutiamo e di cui spesso non abbiamo il controllo. A volte, non ne siamo nemmeno consapevoli. La nostra emotività è fortemente influenzata da tanti fattori intrecciati tra loro: dalla famiglia, dalla professione e dall’ambiente circostante e non sempre adottiamo le soluzioni più giuste per migliorare la nostra vita, perché fondamentalmente, disallineate dal nostro punto focale.

 

 

Da dove cominciare?

 

Abbiamo tutti la capacità di apportare cambiamenti positivi nella nostra vita. Il modo in cui pensiamo e percepiamo i nostri corpi, le nostre menti e le circostanze diventano la nostra verità. In questi tempi dobbiamo confrontarci sempre di più con circostanze fuori dal nostro controllo. La tendenza è spesso quella di rimanere sopraffatti dall’ansia e dalla paura e di compensare con comportamenti poco salutari. Come sarebbe, invece, se sapessimo creare un santuario interiore dove avere più spazio, possibilità di scelta e libertà? La chiave essenziale per l’esplorazione del nostro essere si chiama Presenza e si esplica con il ripristino completo delle nostre funzioni naturali del corpo, riportandoci al nostro stato primordiale. Presenza è la qualità del nostro essere che ci permette di percepire e diventare testimoni di noi stessi; ci permette di navigare dalle strutture più esterne della nostra personalità fino agli aspetti essenziali più interni della nostra Vera Natura. Essere presenti significa essere in grado di filtrare i nostri pensieri e le nostre azioni, scegliendo la via giusta per perseguire la migliore strada per noi stessi.

 

UZOMA – IL CERCHIO DELLE 12

 

 

 

Per facilitare la ricerca della via giusta, nasce UZOMA, che in lingua Igbo significa “la buona via”e va interpretato come “intraprendere il cammino giusto”; un viaggio di pratica esperienziale dedicata a 12 donne interessate a scoprire la vera sacralità femminile, il potere di incarnare la femminilità in questo momento, la consapevolezza del proprio corpo, della propria identità e del rapporto con la propria comunità.

 

Ci vogliamo concentrare sull’energia femminile, quella che si riferisce ai tratti femminili che ognuno di noi possiede, che nulla hanno a  che fare con il genere. Sfortunatamente, viviamo in una società patriarcale che abbraccia la mascolinità più di ogni altra cosa. UZOMA vuole attivare completamente la vostra energia femminile  rivendicando nuovi livelli di potere, piacere e presenza, e guidandovi nell’immersione più a fondo del femminino divino di ciascuno, mettendovi davvero a vostro agio con gli aspetti che troppo spesso avete considerato vergognosi, o in qualche modo “inappropriati”. In breve, ciò significa entrare in una versione completamente nuova di sé, più profondamente integrata e autentica, e che guida dal cuore verso la fonte di potere femminile. Il segreto di questa fonte sta nella felicità e nella gioia senza alcuna ragione apparente, sta nel sentimento di appagamento, nel sentimento di amor proprio.

 

Questo viaggio è progettato con cura per la donna moderna e impegnata che desidera ardentemente connettersi con la propria innata saggezza femminile, la propria conoscenza intuitiva ed esplorare il proprio santuario, inteso come un’invocazione di cosa significhi amare veramente e prendersi cura di sé, estendendosi ben oltre un insieme di pratiche. E’ ispirata ad un metissaggio di concetti di archetipo femminile africano, nella fattispecie del West Africa e di alcune culture Indo-Europee. Un  progetto creato rispettando la storia e la cultura delle tradizioni presi a modello, valutando la miglior soluzione per lavorare sulla ciclicità femminile. E’ rivolto a donne, libere professioniste e imprenditrici sempre di corsa (troppo di corsa), tra un appuntamento, una scadenza e la famiglia e che si sono dimenticate di loro stesse e di quello che le rende felici;  donne con talento, ma non contente di come questo talento non permetta loro di vivere la vita che vogliono; donne di valore e con tanta professionalità, costrette a fare a pugni con la vita perché disallineate dalla loro centralità femminile; donne con grandi idee, brillanti, creative, innovative ma con talmente poca esperienza da non riuscire a a realizzarsi.

 

UZOMA è un modo di vivere e respirare in armonia con la natura, nel rispetto per questa vita sacra ed in condivisione con altre donne. Obiettivo del ritiro è quello di fornirvi l’opportunità di trascorrere 3 giorni e 2 notti in un ambiente naturale, energeticamente puro, ma nello stesso tempo sofisticato, nutrendo corpo e spirito di cibo sano e momenti di riflessione corporea ed introspettiva, vivendo il presente, praticando esperienza trasformative, e immergendovi completamente nello spirito del bosco per  il bagno della foresta (Shinrin Yoku) e modulando la respirazione mentre si ascolta la  “musica delle piante“.

 

L’occasione è quello di imparare a riconoscere quello che provate, a fare più attenzione alle vostre emozioni accogliendole, riconoscendole ed interpretandole nel modo che sentite più vicino al vostro essere. Capire se vi serve un po’ di pulizia e riorganizzazione della vostra vita, andando a ridefinire le priorità e le cose su cui veramente focalizzarvi. Interpretare il senso di insoddisfazione che vi attanaglia, facendovi comprendere che il modo in cui trascorrete il vostro tempo non è allineato con i vostri valori, con la persona che vorreste essere e diventare e con la vostra vera missione (che molto probabilmente nemmeno conoscete ancora, ma che è già dentro di voi).

 

 

Uzoma è stato creato con l’obiettivo di costruire il giusto contesto, tempo e spazio per farvi mettere in discussione i vecchi pattern ed esplorare nuovi percorsi nella vostra ricerca personale del vostro senso della vita.  L’ambiente calmo e privo di distrazioni del Glamping situato nelle campagne del Veneziano, è pronto ad accogliervi in questa esperienza e farvi sperimentare workshop trasformazionali in cui ti forniremo gli strumenti per lasciar andare il disallineamento emotivo o le convinzioni limitanti. Ritornare ai ritmi e ai cicli naturali della natura, ricordare la profonda intuizione del corpo e costruire abitudini migliori per la vita quotidiana vi aiuterà a scoprire che la strada per la serenità segue percorsi nuovi, diversi e imprevedibili rispetto a quelli che eravamo abituati a percorrere.

 

Il percorso approfondisce, attraverso strumenti come il movimento, la parola, la scrittura e spazi di condivisione, come la visione di sé stessi incide sulla percezione della nostra realtà, rischiando, a volte, di limitare il potenziale. L’intero percorso ruota attorno a tre elementi principali: l’arte del movimento (Moremi Path con la DYR – Dance Your Roots ©), la narrazione interiore (Metodo Métissage Mentorship Program ©), il senso di comunità e il concetto di sorellanza (Nebua World).

Probabilmente non c’è mai stato un momento migliore per esplorare la Libertà Interiore.

 

E perché il percorso è rivolto 12 donne?

 

Perché le vostre facilitatrici sono donne e hanno lavorato con le donne; conoscono profondamente i nostri modi, metodi, tempi, esigenze, priorità tipiche e uniche, che fanno parte di un universo femminile. Ed hanno imparato che tutte le volte che queste caratteristiche femminili vengono ascoltate, il risultato è sempre più che positivo.

 

Perché essere donna porta ad onorare e celebrare la sacralità femminile espressa in forma umana, creata per accogliere, godersi l’amore e il potere creativo che è, appunto, donna. Vivere la propria sacralità femminile significa vivere le quattro fasi che ci caratterizzano, le quattro Dee che ciclicamente si alternano in noi. Ogni Dea ci porta la bellezza della sua presenza, il suo amore, e il dono delle sue energie, delle sue capacità e abilità che accrescono il nostro potere personale. Ogni Dea è un riflesso della Dea Universale e la sua passione sta dentro di noi proprio per essere espressa, goduta, celebrata, condivisa e danzata nel mondo. Capendo il perché di questa danza, di questa ciclicità in noi, capiremo la nostra grande potenza.

 

Perché onorare la sacralità femminile significa comprendere che il conflitto ad essa legato non è un fine, ma un passaggio obbligato per dare risposte concrete ad una imprescindibile e radicalmente nuova domanda di senso che ciascuna porta dentro di sé. Comprendere che questi percorsi ciclici dell’essere donna non sono statici, ma avanzano dinamicamente a spirale attraverso il tempo, significa espandere la nostra coscienza e iniziarci a nuove esperienze e nuove creazioni: significa accogliere il nostro potere creativo e generativo.

 

Perché Dodici rappresenta il numero della trasformazione e dell’emersione di un nuovo individuo grazie a una sosta introspettiva. Una sosta necessaria per intraprendere la giusta via o, in altre parole, il passaggio verso la volontà di osservare la propria narrativa interiore per individuare le possibili dinamiche limitanti.

 

 

Qual è, quindi, la prima cosa da fare prima di intraprendere un percorso di crescita personale?

 

Il primo passo, prima di qualsiasi strumento, obiettivi e azione è partire da Se stesse: Donne! Puntare l’attenzione a noi, all’integrità con sé stesse, il focus a quello che siamo e vogliamo veramente, ai nostri valori, a quello che per ognuna di noi è più importante per diventare la persona che siamo destinate a diventare. Perché questo è il punto di partenza? Come donne spesso siamo abituate a “dare” energie, attenzione e tempo agli altri, questo ci porta si ad essere molto disponibili ed empatiche, ma queste qualità da sole non bastano perché senza rispetto e attenzione per noi non si costruiscono quelle fondamenta solide che ci supporteranno quando incontreremo delle difficoltà e quando ci sarà bisogno della giusta e famosa Motivazione per perseverare e andare avanti.

 

Location

 

Questo viaggio esperienziale si terrà in 3 giorni e 2 notti immersi in un parco di una proprietà seicentesca, dove si estende il lussuoso Glamping Lodge Canonici di San Marco, inserito nella quiete della campagna che si estende tra la Laguna Veneta ed il fiume Brenta, e dove i Dogi e le antiche e nobili famiglie veneziane avevano le loro dimore estive.

 

Un lusso fatto di cose semplici che insieme catalizzano questa immersione nell’Essere. Un luogo unico in cui vivere un’esperienza totalizzante, dove la natura sussurra il canto della tua anima, permettendoti di celebrare un incontro di rinascita con te stesso e dove potrai espandere la tua forza vitale. Dove diventare esploratrici e trovare armonia e benessere attraverso un’esperienza di dialogo con l’anima e di ricerca interiore.

 

E’ il luogo ideale per chi vede nell’essenzialità, nella calma e nella vera quiete, le chiavi per ritrovare la pace interiore facendo un  percorso alla riscoperta del proprio sé. Un abbraccio nella natura dove rigenerarsi ritrovando il contatto con la priorità della vita, perse di vista nel caos della quotidianità. La maestosità della campagna veneziana  in cui è immerso amplifica il senso di spiritualità, fino ad incantare occhi e anima.

 

 

 

CHI SONO LE FORMATRICI

 

La qualità del programma didattico della pratica esperienziale si basa su un’alta formazione professionale e culturale delle sue formatrici, e su un ottimo materiale didattico.

 

Ofelia Omoyele Balogun

Diplomata in Scienze Sociali (BA) First Class Honour dalla Roehampton University of London. Attualmente lavora come Educatrice, Movement Artist e Coreografa. Creatrice di MoremiPath, una piattaforma che pone al centro elementi come: Identità Intersezionale, la Consapevolezza e la Danza come strumento di riscoperta del corpo come messaggero di intuizione.

 

Aida Aicha Bodian

 

Community Linker e fondatrice di Nebua World, una piattaforma business e community globale di donne che hanno un legame con l’Africa e che desiderano sviluppare la propria carriera o attività. Il senso della comunità è un valore presente nella vita di Aida, elemento che ripropone anche nei suoi progetti professionali. È autrice del libro “Le parole dell’umanità“, un progetto editoriale, artistico e umano per riscoprire la nostra umanità e la relazione con gli altri attraverso le parole.

 

Luisa Casagrande

 

Imprenditrice seriale e poliedrica con formazione in Antropologia Biologica,  Pro-Certified EMCC Mentor, Fondatrice di Métissage Sangue Misto e del relativo programma di Mentorship, una realtà di Self-Empowerment e Mentoring individuale e per Aziende, basato sui principi della inter e trans-culturalità, riconoscimento e accettazione che ha lo scopo di consapevolizzare e valorizzare le persone pluri-culturali.

Ha, inoltre, una ventennale esperienza nella formazione e tutoraggio di ragazzi con problemi di apprendimento, iperattività e sviluppo identitario, oltre che una profonda conoscenza (per nascita, cultura, studio e ricerca) delle tradizioni e riti di iniziazione nel West Africa.

 

 

 

ISCRIZIONI ED INFORMAZIONI

 Compilare il FORM di selezione nel sito di UZOMA : https://ayzoh.org/uzoma

Le selezionate verranno contattate immediatamente e verranno fornite tutte le risposte alle loro domande.

 

 

Mercoledì 27 Aprile alle ore 18, vi illustreremo il programma dell’intero percorso e saremo disponibili a rispondere a tutte le vostre domande nell’appuntamento ClubHouse N.33.

Vi invitiamo a scaricare l’applicazione CLUBHOUSE e seguire tutti questi 3 passaggi, nell’ordine:

 LINK PER ISCRIVERSI AL CLUB: https://www.clubhouse.com/club/m%C3%A9tissage-sangue-misto

LINK PER FOLLOWARE @WIZZYLU: https://www.clubhouse.com/@wizzylu

LINK DIRETTO ROOM (dopo aver fatto i passaggi 1 e 2): https://bit.ly/3xAUM5m

Per maggiori informazioni :

UZOMA Page: https://ayzoh.org/uzoma

 

UZOMA MAIL: [email protected]

 

UZOMA FACEBOOK PAGE: https://www.facebook.com/uzoma.percorsoesperenziale

 

UZOMA INSTAGRAM PAGE: https://www.instagram.com/uzoma.percorsoesperenziale/

 

 

 

 

Archivio